Cosa "cura" la pranoterapia

Il termine “cura” è tra virgolette inquanto dal punto di vista dell’etica e deontologia professionale è scorretto usarlo. La pranoterapia non va intesa come sostituto ma come ottimo coadiuvante alle terapie mediche tradizionali. Può essere considerata un “farmaco in più” nell’armadietto del medico che vuole servirsene per rendere più efficace la propria terapia.

ll pranopratico non agisce sulla patologia ma sul ripristino della vitalità energetica. 

Del prana sono famosi i suoi effetti anti infiammatori e antidolorifici ma è ideale anche come tecnica di rilassamento, bilanciamento energetico dei chakra e per trattamenti post-malattia e post-chirurgia.

Patologie più comuni per le quali la pranoterapia (pranopratica) da buoni\ottimi risultati (dati A.MI. University)

Apparato muscolo-scheletrico:
  • artrite
  • artrosi (cervicale, ginocchia, lombare sacrale)
  • borsite
  • callo osseo esuberante o insufficiente
  • discopatie
  • distorsioni
  • gomito del tennista
  • lombaggini
  • mialgie (dolori muscolari)
  • osteoporosi (effetto antalgico)
  • periartrite scapolo omerale (effetto antalgico)
  • sciatalgia - sciatica
  • scoliosi (effetto antalgico)
  • tendinite
Apparato respiratorio:
  • asma allergico
  • asma bronchiale
  • laringite
  • rinite (raffreddore)
  • rinite allergica
Problematiche cardio-vascolari:
  • acrocianosi
  • aritmie
  • arteriopatie obliteranti (occlusione arterie)
  • ipotensione arteriosa (pressione bassa)
  • lipotimia (senso di debolezza)
  • morbo di buerger (arteriopatia obliterante arti inferiori)
  • morbo di raynaud
  • tachicardia parossistica
  • varici venose
Disturbi del fegato e vie biliari:
  • colecistiti (effetto antalgico)
  • colelitiasi (effetto antalgico)
  • insufficienza epatica
  • steatosi epatica
Apparato gastro-intestinale, renale e urologico:
  • achilia e atonia gastrica
  • disfagia
  • dispepsia funzionale
  • diverticolite (effetto antalgico)
  • enteriti - enterocoliti
  • ernia iatale
  • pancreatite
  • calcolosi urinaria
  • infezioni del tratto urinario inferiore
Disturbi ginecologici:
  • amerorrea
  • bartolite (forme acute o non gravi)
  • cervici
  • endometriti
  • insufficienza ovarica
  • menopausa (sintomi collegati come vampate di calore, nervosismo, depressione, insonnia, affaticabilità)
  • salpingite (infezione tube di falloppio)
  • vaginite
Squilibri delle ghiandole endocrine:
  • ipotiroidismo
  • ipertiroidismo
  • morbo di basedow
Problematiche dermatologiche:
  • acne volgare
  • foruncoli
  • herpes labiale
  • herpes zoster
  • ittiosi (forme localizzate)
  • orticaria
  • ulcere da decubito
  • verruche
Problematiche otorinolaringoiatriche e oculari:
  • otiti
  • acufeni
  • cheratite
  • congiuntivite
Squilibri del sistema nervoso:
  • cefalea a grappolo
  • cefalea psigena
  • mal di testa
  • emicrania
  • epilessia
  • malattie del nervo facciale (paralisi di bell)
  • nevralgia del trigemino
  • paresterie (formicolio)